Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2014

Tempo di saluti...

Immagine
Saaaaalve lettori miei adorati!!
Da domani sarò in vacanza in campeggio e tra mare, sole e ...ancora mare avrò pochissimo tempo per seguire il blog, tanto più che ignoro se ci sia connessione o meno! Perciò ho deciso di lasciare qualche settimana in stand-by il blog, ma non temete: appena potrò farò almeno un giretto nei vostri blog a lasciare qualche commento, e su facebook o su Instagram pubblicherò le foto per l' August Break 2014(e continuerò a scrivere nell'agendina del Noteworthy Things Project)!! Insomma, vi penserò spesso e leggerò tantissimo!!
Da Settembre (o magari anche prima, vediamo quanto dureranno le vacanze al mare!) si riparte più in forma che mai, e qualche sorpresa è già all'orizzonte..Stay Tuned!! ;-)
Un bacio e felice agosto a tutti!!

* Photo Project: * The August Break 2014 by Susanna Conway

Immagine
Buona domenica carissimi!!
Come state? Siete al mare? Io tra pochi giorni partirò per le vacanze, e sarò in campeggio, quindi ahimé molto poco connessa! Ma vi penserò tanto e appena avrò l'occasione passerò dai vostri blog e -fooorse- magari riuscirò anche a scrivere qualche post (o a programmarne qualcuno!)

Sicuramente a farmi compagnia in questo agosto duemilaquattordici sarà questo progettino fotografico scoperto grazie a Pretty in Mad e ideato da Susanna Conway

Come vedete, è molto semplice: per ogni giorno del mese di agosto si deve scattare una foto a tema e pubblicarla su Instagram, Facebook, Tumblr, il proprio blog, etc etc.. aggiungendo il tag #augustbreak2014
Per l'occasione è stato creato anche un apposito gruppo su Flickr
Susanna lascia libera scelta anche sul tipo di fotocamera (mi piacerebbe tanto farlo in analogico, ma sono sempre lentissima a finire i rullini e temo di non svilupparli in tempo) e io userò sia la mia fotocamera che il telefono. Si possono scattar…

*Segnalazione* Fino alla fine della Rete - R.V. Beta

Immagine
Buondì carissimi lettori!
Oggi vi presenterò un interessante romanzo autopubblicato rivolto principalmente a un pubblico femminile che ami giocare ai videogames: Fino alla fine della rete dell'esordiente R.V. Beta.
Il libro racconta le incursioni di una giovane pirata informatica nei mondi simulati di una realtà virtuale che ricorda quella pionieristica degli anni Novanta.

SINOSSI: Yuuki è una ragazza scappata di casa per vivere sulla propria pelle un’irrefrenabile curiosità per la vita e la tecnologia. La sua ultima impresa di pirateria informatica l’ha riportata bruscamente dal mondo virtuale a quello reale, e ora è un obiettivo. Daisuke è dotato di una fervida immaginazione, con la quale sconfigge le noiose giornate da impiegato di una multinazionale.  Qualcosa di speciale unisce Yuuki e Daisuke nella fuga che affronteranno insieme, o almeno così è come la vede lui.  L’inizio di una nuova vita per entrambi è una seconda occasione, la possibilità di lasciarsi tutto alle spalle, se tr…

Agatha Christie - C'è un cadavere in biblioteca

Immagine
TRAMA:
St Mary Mead, una mattina come tante. Almeno fino a quando il colonnello Bantry e sua moglie Dolly vengono bruscamente svegliati da una cameriera terrorizzata, venuta ad annunciare che, nella biblioteca della villa, è stato trovato il cadavere di una sconosciuta in abito da sera, apparentemente assassinata. Nessuno degli abitanti della casa ha mai conosciuto la vittima, ma allora come spiegare il bizzarro ritrovamento? La polizia, subito interpellata, comincia le indagini, ma ancora una volta sarà la simpatica Miss Marple, con il suo occhio infallibile e la sua lucida capacità di far luce nei più tortuosi meandri dell'animo umano, a risolvere il caso.

La mia prima volta con i gialli della Christie.
Pur essendo appassionata dei generi thriller, horror e gialli, non avevo mai letto nessun romanzo dei cosiddetti Maestri del Giallo, ovvero Agatha Christie e Arthur Conan Doyle. Mi ero però sempre ripromessa di farlo, e finalmente, complice la Book World Tour Challenge ce l'ho f…

Cento Giorni di Felicità - Fausto Brizzi

Immagine
Non a tutti è concesso di sapere in anticipo il giorno della propria morte. 
Lucio Battistini, quarantenne ex pallanuotista con moglie e due figli piccoli, invece lo conosce esattamente.  Anzi, la data l'ha fissata proprio lui, quando ha ricevuto la visita di un ospite inatteso e indesiderato, un cancro al fegato che ha soprannominato, per sdrammatizzare, "l'amico Fritz". Cento giorni di vita prima del traguardo finale. Cento giorni per lasciare un bel ricordo ai propri figli, giocare con gli amici e, soprattutto, riconquistare il cuore della moglie, ferito da un tradimento inaspettato. Cento giorni per scoprire che la vita è buffa e ti sorprende sempre. Cento giorni nei quali Lucio decide di impegnarsi nella cosa più difficile di tutte: essere felice.  [anobii.com]




Cosa faresti se sapessi che la tua morte è dietro l'angolo? Che ti rimangono poco più di tre mesi prima del crollo per portare a termine tutto ciò che hai lasciato in sospeso, procrastinato, volutamente a…

Poeticando... 10 #

Immagine
Buon quasi week-end lettori miei adorati!! Oggi, per la rubrica Poeticando, ho deciso di riportare una poesia Palestinese, in omaggio al popolo che sta subendo un vero e proprio genocidio da parte di chi fu a sua volta vittima di una pulizia etnica. STOP BOMBING GAZA!!! :(



QUANDO L`ARATRO STRANIERO

Quando l`aratro straniero
lacera, o mia terra,
la tua carne violata,
è dalla mia carne che sgorga il sangue.

Le cose svaniscono nella nebbia
E le lacrime nascono
Nella lingua dei segreti e del miracolo.
La spada di luce si è levata dalla mia fronte
E l`acqua dei fiumi è sgorgata dalle mie dita.

La mia nazionalità?
Il cuore di tutti gli uomini!

Toglietemi un po' questo passaporto!

*SAMIH EL KASSEM

Sei come sei - Melania G. Mazzucco

Immagine
Sul treno per Roma c'è una ragazzina. Sola e in fuga, dopo un violento litigio con i compagni di classe. Fiera e orgogliosa, Eva legge tanti libri e ha il dono di saper raccontare storie: ha appena undici anni, ma già conosce il dolore e l'abbandono. Giose è stato una meteora della musica punk-rock degli anni Ottanta, poi si è innamorato di Christian, giovane professore di latino: Eva è la loro figlia. Padre esuberante e affettuoso, ha rinunciato a cantare per starle accanto, ma la morte improvvisa di Christian ha mandato in frantumi la loro famiglia. Giose non è stato ritenuto un tutore adeguato, e si è rintanato in un casale sugli Appennini. Eva è stata affidata allo zio e si è trasferita a Milano. Non si vedono da tempo. Non hanno mai smesso di cercarsi. Con Giose, Eva risalirà l'Italia in un viaggio nel quale scoprirà molto su se stessa, sui suoi due padri, sui sentimenti che uniscono le persone al di là dei ruoli e delle leggi, e sulla storia meravigliosa cui deve la …

Noteworthy Things by *Pretty in Mad* 25/52 #

Immagine
Link utili: 
MINIINTHEBOX : sito cinese di gadget vari e disparati. Le spese di spedizione sono quasi sempre gratis e i prezzi sono bassissimi!! Io ho comprato un timbrino a forma di macchina fotografica, una bottiglietta pieghevole da portarmi in borsa e un caricabatterie d'emergenza per il cellulare ^_^ Soddisfattissima!!!READING CHALLENGE: una sfida letteraria organizzata da 5 blogger geniali, a cui vi consiglio caldamente di partecipare: ogni mese ci saranno quattro obbiettivi da portare a termine (niente di difficilissimo, tranquilli!) e a fine sfide tanti premi per i partecipanti più bravi! CEROTTI ANTI PUNTI NERI HOMEMADE: due soli ingredienti, latte e colla di pesce per dolci...Funziona meglio dei cerotti nivea, cliccate sul link evidenziato in giallo per leggere il procedimento ^_^Foto della settimana: la cartolina di Pretty In Mad

Poeticando... 9#

Immagine
Buonissima giornata a tutti voi che leggete!!
Eccoci alla nona puntata della rubrica Poeticando: oggi vi voglio riportare una poesia speciale, che forse avete sentito al cinema qualche anno fa, se avete visto il film diretto da Clint Eastwood Invictuse che ci racconta la vita di Nelson Mandela. Proprio Mandela la recitava come mantra per alleviare le sofferenze della sua prigionia in Sudafrica durante l'apartheid.


La poesia fu scritta nel 1875 dal poeta inglese William Ernest Henley. All'età di 12 anni, Henley rimase vittima del morbo di Pott, una grave forma di tubercolosi ossea. Nonostante ciò, riuscì a continuare i suoi studi e a tentare una carriera giornalistica a Londra. Il suo lavoro, però, fu interrotto continuamente dalla grave patologia, che all'età di 25 anni lo costrinse all'amputazione di una gamba per sopravvivere. Henley non si scoraggiò e continuò a vivere per circa 30 anni con una protesi artificiale, fino all'età di 53 anni.
La poesia Invictus fu…

Noteworthy Things Project by *Pretty in Mad* 24/52 #

Immagine
AAA:
Stavo pensando che forse ricopiare ciò che ho scritto nell'agendina non ha poi molto senso, voi che dite? Preferite leggere dalla foto o è meglio che io ricopi tutto per essere più chiaro?


Questa la foto della settimana: 






Incipio, incipis, incipit [ 8# ]

Immagine
Buon sabato amici lettori!!
Oggi vi riporto l'incipit del romanzo che sto leggendo per la Theme Reading Challenge di Giusy, il cui tema è l'estate e il mare.
Questo romanzo breve mi è piaciuto da subito perché ha uno stile molto particolare e originale.

"Irene ha gli occhi tondi dei pesci, degli uccelli, dei mammiferi. Neanche nel sorriso accennano alla piega obliqua È orfana, ha quattordici anni e presto partorisce. Vive in una stanza che era di stalla per l'asino e ora è per lei. Il proprietario è partito per l'Australia. La casa è in fitto a una coppia olandese, tutto l'anno, la stalla è per Irene. C'è anche un letto di pietra e un materasso di foglie secche di cespuglio. Crescono pochi alberi, bassi per via del vento che li piega. Stanno ancorati al suolo con le radici che s'attorcigliano alle pietre. Se sradicati mostrano all'aria sconfitta la loro presa. Così pure dalle isole greche ripartono per l'emigrazione. Gli uomini sono simili agli alberi.…

Poeticando... [ #7]

Immagine
Buon primo luglio amici!!! Come state? Io bene, volevo scusarmi se quest'ultima settimana non ho pubblicato molto, ma ho avuto un po' da fare, compreso compiere gli anni!! Eh sì, venerdì scorso era il mio compleanno (30 anni shhhh non ditelo in giro!! XD) e tra dolcetti, festicciola e varie ed eventuali le ore sono volate!!
Ma passiamo alla poesia! Oggi voglio riportarvi un testo poetico molto molto antico, probabilmente del II o III secolo dopo Cristo. La destinataria è la potentissima Dea Egizia Iside.  Le sue parole sono molto belle e evocative, potenti quasi come una formula magica, insomma, volevo farvela conoscere!! Spero vi piaccia!!

Inno a Iside
Poiché io sono la prima e l'ultima, Io sono la venerata e la disprezzata, Io sono la prostituta e la santa, Io sono la sposa e la vergine, Io sono la mamma e la figlia, Io sono le braccia di mia madre, Io sono la sterile, eppure sono numerosi i miei figli. Io sono la donna sposata e la nubile, Io sono colei che da' la luce e colei che…