lunedì 6 luglio 2015

Fate delle Tenebre - La Trilogia | Holly Black


   Sanno mascherarsi e assumere sembianze umane, sanno parlare e pensare come noi, ma le vere fate sono molto diverse da come le descrivono le favole. A sedici anni, appena tornata a vivere dalla nonna, Kaye supera il confine che separa la realtà dal mondo di queste antiche creature. Coinvolta nella lotta tra il Regno delle Tenebre e quello della Luce, Kaye deve riuscire a scoprire la verità sulle proprie origini.
   Anche Val, scappata di casa per finire in uno squat di New York, capisce che nella grande metropoli si cela un universo sovrannaturale, sospeso tra incanto e terrore. E qui il suo amore per il tenebroso Ravus, appena sbocciato, è messo in pericolo da un tremendo sospetto: dietro il volto dell'amato potrebbe nascondersi un crudele assassino...
  L'intreccio tra amore e morte sembra indissolubile, nel mondo pieno di fascino delle fate. Nessuno può sfuggirvi, neppure Kaye: proprio quando la guerra è alle porte, deve affrontare un'impresa quasi impossibile per ritornare dalla sua anima gemella, nel terzo episodio della serie.



1. Le Fate delle Tenebre
Il primo volume di questa trilogia mi ha piacevolmente colpito: avevo già letto un altro libro di Holly Black (I segreti di Coldtown) e mi aveva deluso parecchio, perché si notava un certo talento, ma la storia non era riuscita a decollare. Se coi Vampiri l'autrice non ci sa fare, con le Fate è tutta un'altra storia! Ha creato un mondo poco rassicurante ma a suo modo parecchio affascinante, in cui l'umanizzazione del Piccolo Popolo è ridotta ai minimi termini, e anzi le fate in questione ci disprezzano e sfruttano per i loro scopi.
La storia della giovane Kaye, catapultata senza volere all'interno di questo mondo così diverso e pericoloso è intensa e coinvolgente, e lei e il resto dei personaggi sono caratterizzati molto bene. 
Voto 3,5 stelline 
2. Le Fate sotto la città
Nel secondo volume mi aspettavo la prosecuzione degli eventi del primo, invece mi sono ritrovata con protagonisti e situazioni differenti: all'inizio questo mi ha spiazzata, poi ho smesso di darci peso perché la storia mi ha molto incuriosita e coinvolta: qui troviamo una ragazzina che scappa di casa e finisce quasi per caso a vivere con dei senzatetto a New York: mi è piaciuto il fatto che questi giovani puzzassero, avessero l'alito cattivo e sempre i soliti vestiti, e non fossero assolutamente inverosimili come capita spesso di leggere!! 
Anche qui le creature sovrannaturali sono pericolose e sprezzanti, ed è necessario guadagnarsi il loro rispetto e conoscere le loro usanze; lo stile e la scrittura sono sempre molto coinvolgenti, ma devo ammettere che ho preferito la prima storia.

Voto 3 stelline 
3. La guerra delle Fate
L'ultimo volume è forse il mio preferito della trilogia: le questioni irrisolte dei primi due libri vengono chiuse con grande abilità e senza lasciare spiragli insoddisfacenti! 
Kaye ha finalmente fatto pace con se stessa e trova il modo di vivere la sua nuova situazione in una maniera che le consentisse di non abbandonare per sempre il mondo che conosceva e gli affetti più cari. Come ogni favola che si rispetti anche qui troviamo una prova/indovinello che l'amato deve superare per conquistare ufficialmente il cuore della persona che ama, e ho molto apprezzato come Holly Black abbia sviluppato questa parte,dimostrandosi una scrittrice davvero in gamba!!!
Anche l'unione delle due storyline del primo e secondo volume mi è piaciuta parecchio, non è stata forzata o inverosimile, anche se avrei voluto sapere qualcosa di più anche di Val e Ravus, che compaiono pochissimo in questo libro..

Voto 4 stelline 


Voi che mi dite di questo libro? Lo conoscevate già? Avete letto altri libri della Black che potrebbero piacermi??

 



lunedì 29 giugno 2015

Recommendation Monday :: Consiglia un libro ambientato nel Paese o città in cui trascorrerai le tue vacanze


*Banner*
Buongiorno, buongiorno amici miei!!! Come state? Io benone, sabato era il mio compleanno e ieri ho festeggiato con un bel pranzetto insieme ai miei amici e al mio ragazzo, è stata una giornata bellissima!!
Oggi però è lunedì e come ogni lunedì ci vuole un bel consiglio libroso per iniziare la giornata!

   *   Consiglia un libro ambientato nel Paese o città in cui trascorrerai le tue vacanze   *  

Vivendo in Sardegna,ho la fortuna di avere un mare splendido a due passi da casa, quindi le mie vacanze estive sono sempre qui nella mia isoletta (per andare all'estero penso sempre sia meglio la primavera come stagione!). Amo molto anche la letteratura sarda, perciò sono felice di potervi consigliare un libro ambientato nella mia terra!!
Non vi consiglio Il cuore selvatico del ginepro perché ve ne ho parlato già qui , ma leggetelo comunque! Ho scelto invece un libro un po' più vecchio e poco conosciuto, ma che rispecchia l'essenza della Sardegna, quella più arcaica e sofferta! Per me questo romanzo è il "Cent'anni di solitudine sardo", perciò se avete amato il libro di Marquez mi piacerebbe che leggiate pure questo!





Il viaggio degli inganni è la riscoperta di emozioni primarie, e contrarie: gli affetti più delicati, le passioni più sanguigne. L'infanzia, la famiglia, il sesso, l'amicizia sono solo alcuni dei temi fondamentali che incontriamo attraversando l'esistenza del protagonista Nineddu: un tracciato, dal giorno della nascita all'età adulta, disseminato d'inganni. Violenza e tenerezza s'intrecciano nella vita agrodolce di Nineddu, avventurosa, anche rocambolesca, dissolutoria, segnata da un destino tragico marcato da eventi premonitori. Agra e dolce è la scrittura di questo romanzo d'esordio di Niffoi, che con movimenti sussultori copre una vasta gamma espressiva, dal letteratissimo all'oralità sbrigliata (ma non meno letterata), dalla linearità fiabesca all'oltranza linguistica e immaginifica di uno stile sempre intemperante.

E le vostre vacanze dove saranno? Avete qualche libro ambientato là che volete consigliarmi??
Felice settimana a tutti ^.^

lunedì 22 giugno 2015

Recommedation Monday :: Consiglio un libro dedicato all'estate


*Banner*
In enorme ritardo, ecco la mia puntata dei consigli librosi del lunedì!!


Consiglia un libro dedicato all'estate




Se lo avessi letto avrei consigliato L'estate dei segreti perduti , ma ancora devo leggerlo, quindi non posso dirvi se è un libro che consiglierei o no...Perciò questo è il mio consiglio: un libro breve ma denso di poesia e significato, ambientato in un'isoletta incantevole!!





Aleté, con la sua strana bellezza, porta con sé un dono maieutico che somiglia pericolosamente ad una maledizione. La sua sola presenza evoca la verità, aiuta (obbliga?) i tormentati, i dubbiosi, i reticenti a dire la verità su se stessi e sugli altri. Confidando in questa virtù arcana, due genitori le chiedono di aiutare il figlio Paolo/Orfeo la cui intelligenza si è chiusa da tempo in un silenzio scontroso e misterioso. In realtà Paolo/Orfeo è uno scrittore e sta finendo un romanzo. Dal momento in cui Aleté gli si avvicina, nasce un gioco affascinante di parallelismi fra vicende vere e vicende raccontate, fra personaggi d'invenzione (Sofia e Ruggero) e personaggi reali, Aleté e Orfeo.









Io amo molto la prosa di Chiara Gamberale e questo libro, da cui non mi aspettavo nulla di che, mi ha totalmente conquistato, tanto da sentire proprio la mancanza dei due protagonisti una volta finita la lettura!!

lunedì 15 giugno 2015

Recommendation Monday : Consiglia il libro di un Premio Nobel


*Banner*


Buon lunedì giovinastri lettori!! Come state? Oggi il Recommendation Monday era a tema libero, io ho scelto questo:


  *  Consiglia il libro di un Premio Nobel    *  

Non ho letto tantissimi Premi Nobel in realtà, ma di alcuni di loro sono una vera appassionata, come Gabriel Garcia Marquez e José Saramago. Ho scelto proprio un libro di quest'ultimo, premiato con il Nobel nel 1998 con questa motivazione:
“che con parabole sostenute da immaginazione, compassione e ironia ci permette ancora una volta di afferrare una realtà illusoria”
Questo suo romanzo è una lettura forte, intensa e scioccante e ve lo consiglio caldamente!!!



In un tempo e un luogo non precisati, all'improvviso l'intera popolazione diventa cieca per un'inspiegabile epidemia. Chi è colpito da questo male si trova come avvolto in una nube lattiginosa e non ci vede più. Le reazioni psicologiche degli anonimi protagonisti sono devastanti, con un'esplosione di terrore e violenza, e gli effetti di questa misteriosa patologia sulla convivenza sociale risulteranno drammatici. I primi colpiti dal male vengono infatti rinchiusi in un ex manicomio per la paura del contagio e l'insensibilità altrui, e qui si manifesta tutto l'orrore di cui l'uomo sa essere capace. Nel suo racconto fantastico, Saramago disegna la grande metafora di un'umanità bestiale e feroce, incapace di vedere e distinguere le cose su una base di razionalità, artefice di abbrutimento, violenza, degradazione. Ne deriva un romanzo di valenza universale sull'indifferenza e l'egoismo, sul potere e la sopraffazione, sulla guerra di tutti contro tutti, una dura denuncia del buio della ragione, con un catartico spiraglio di luce e salvezza



E voi che lettura mi consigliereste? Quanti libri di Premi Nobel avete letto ???

mercoledì 10 giugno 2015

Segnalazione: Eva e l'assoluto [Michela Belli]

Buongiorno miei cari lettori!! Oggi vi propongo una lettura perfetta per rilassarsi in questi giorni di caldo e relax. Ringrazio l'autrice per avermi contattato e per avermi fatto scoprire il suo romanzo! Buona lettura!




isbn :9786050366037

numero pagine ebook 157 € 1.49
numero pagine cartaceo 237 € 5.99



Il Libro   :                             

Eva, dolce e scorbutica, fragile e determinata, piena di casini e contraddizioni fino all'inverosimile. La sua sconclusionata vita ruota intorno ad una serie di certezze assolute: un grande amore impossibile, la sfida di una amicizia viscerale con un uomo, che prova come sia possibile essere amici nonostante il sesso, una sorella sempre più perfetta di lei, un padre totalmente insoddisfatto di sua figlia, un lavoro che sembra scelto per accrescere la sua depressione, una passione sfrenata ma non corrisposta per la letteratura, la grande ambizione o piuttosto il desiderio legittimo di realizzare se stessa e i suoi sogni.
Insomma il mondo regolarmente incasinato di una ragazza di oggi.
Tranne scoprire che niente è come sembra: la vita non è fatta di bianchi o neri, né di situazioni o sentimenti immutabili. Al contrario, tutto è un continuo divenire e lei dovrà confrontarsi con delusioni e sorprese, con prove di forza e prese di coscienza delle proprie debolezze mentre procede nella ricerca della sua strada.
L'unica, assoluta certezza è che non ci sono certezze! Non può sapere cosa le riserva il futuro, può solo andargli incontro con la consapevolezza di aver seguito il suo cuore.


L'autrice   :                         

Sono nata a Napoli il 21/06/1982 e ho conseguito la laurea in Lingue, Culture e Letterature dell'Europa e delle Americhe presso l'Istituto Universitario l'Orientale di Napoli. Sono una scrittrice (o meglio, sono una che scrive) e una blogger free lance. Attualmente vivo a Follonica, Maremma Toscana, dove gestisco un hotel con la mia famiglia.


Pagina Facebook Eva e l'assoluto    |      Twitter @EAssoluto     |         Facebook personale:  Michela Belli         |    Twitter: @michelabelli2            |                 Instagram @kudarali82

lunedì 8 giugno 2015

Recommendation Monday :: Consiglia un libro che ti ha cambiato la vita...


*Banner*


Buon inizio settimana a tutti voi che leggete questo blog sconclusionato!!! Come state? Qui da me, dopo giorni di caldo oltre i 32 gradi, si è appena scatenato un violento temporale! Quale occasione migliore per mettersi un po' a studiare leggere?
Ma prima, ecco il consiglio della settimana:

*    Consiglia un libro che ti ha cambiato la vita (anche di poco, ma pur sempre importante per la tua persona)    * 



E questo è il libro che vi consiglio: non è un romanzo, ma è estremamente piacevole da leggere e mi sono trovata d'accordo con l'autrice in un sacco di considerazioni: non posso dire che mi abbia cambiato la vita perché l'ho letto pochissimi anni fa, ma sono del parere che se lo avessi letto a 16/18 anni allora forse avrebbe influito positivamente nel processo di accettazione dell'imperfetta me stessa quale sono!!!





A tredici anni, Caitlin Moran è una ragazzina cicciottella, senza amici, perennemente presa in giro dai maschi. E il giorno del suo compleanno, tra una baguette con il Philadelphia e una lista di cose da fare prima dei diciotto anni, ecco che la assale un dubbio da un milione di sterline: come si fa a diventare una donna? 
Oltre vent'anni dopo, Caitlin prova a rispondere a quella domanda. Partendo da un dato di fatto: non c'è mai stato nella storia un momento migliore per essere donna. C'è il diritto di voto, la pillola anticoncezionale, e bruciare le streghe sul rogo è ormai decisamente poco glamour. Ma allora abbiamo ancora bisogno del femminismo, oggi? Sì, se il femminismo non si occupa solo di cose (importanti, per carità) come la disparità di retribuzione e la violenza domestica, ma anche di problemi più banali come la masturbazione, la depilazione, le micro-mutandine, l'irresistibile attrazione per il cioccolato e le borse da mille euro. Sì, perché ogni donna non può che essere femminista, e perché il femminismo è decisamente divertente. Come questo libro.


Voi lo avevate mai sentito prima? Lo leggereste? E soprattutto, scrivetemi nei commenti il libro che consigliereste voi!!
Un grosso abbraccio, ci rileggiamo presto!

mercoledì 3 giugno 2015

Chelsea & James - Roberto Giuseppe Cozzo





Il romanzo:            

Nel tentativo di perseguire il proprio personale senso di giustizia, due ragazzi cercano di fuggire da un ingombrante passato, che li condiziona fortemente. La moralità, immancabilmente relativa, viene messa in discussione, mentre un viaggio li porterà via dalla zona in cui hanno imparato a soffrire. Scopriranno che allontanarsi da un luogo è possibile, ma prendere le distanze dalle proprie vite è un obiettivo che può essere raggiunto solo conoscendo sacrifici forse insopportabili. 


[Qui tutte le info]





Ho letto con molto piacere e con un certo senso di responsabilità questo romanzo, in quanto è stato il primo libro che un autore mi abbia mai inviato con il desiderio di conoscere il mio parere. Questo mi ha fatto davvero molto piacere, ma ho anche avuto il timore di non essere all'altezza delle aspettative.
Inizio subito col dire che è un romanzo d'esordio ma che se non lo sapessi certamente non avrei potuto intuirlo dalla lettura: è infatti un'opera matura e estremamente coinvolgente.

Post simili:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...