In corso sul blog:

TRiViAL PURSUIT Reading Challenge | 2ª tappa - GEOGRAFIA

Felice primo giugno a tutti cari amici lettori che passate di qui!! Eccoci giunti alla seconda tappa della Reading Challenge a tema Trivial ...

venerdì 2 dicembre 2016

5 cose che...5 libri che ho comprato/comprerei per la copertina



Buongiorno carissimi lettori! Come state? Dicembre è arrivato, e con lui il freddo ha raggiunto anche l'assolata Sardegna! Adoro quelle giornate gelide ma col cielo limpido e un bel sole!

Anche oggi col #ClubDelle5CoseChe abbiamo un interessantissimo tema:

✨ 5 libri che ho comprato/comprerei per la copertina  ✨

A me succede sempre, soprattutto quando vado in biblioteca senza un'idea precisa del libro che vorrei prendere e tolgo dagli scaffali dei libri a caso. nell'80% dei casi se la copertina mi conquista non sto nemmeno a leggere la trama e lo porto a casa!
Voi invece come vi comportate?
Ecco le mie 5 scelte della settimana, sono tutti libri che ho comprato ma non ho ancora letto o che vorrei comprare, se li conoscete ditemi se la copertina rispecchia il contenuto!!


Amo tutto di questa copertina: i colori dello sfondo, la ragazza al centro esatto della scena e il prato in controluce. Le piume dorate poi sono veramente bellissime, delicate e leggiadre! *.*

Una cover molto "piena", ricca di dettagli e con uno stile molto "redneck", tutto in questa immagine urla"West America " : le pistole, i teschi , i fiori e i cactus, il Font del titolo....Insomma, mi aspetterei una storia molto avvincente e dai forti toni western!


Guardo questa copertina e già mi sento trasportare in un mondo esotico e nelle atmosfere stile Mille e una Notte: il font arabeggiante, le decorazioni che fanno da cornice alla scena in sottofondo, e quella luna a contrasto , che si riflette sull'acqua...Meravigliosa!

Ecco, in realtà qui metterei tutti i libri di Malzieu, dato che l'illustratrice è sempre la stessa, Nicoletta Ceccoli. e il suo stile mi piace davvero un sacco!!
Questa in particolare la amo per i dettagli: i capelli della bambina che riproducono la coda del pesciolino, le nuvole così translucenti e delicate...la amo!!


Anche questo libro ha una copertina irresistibile! Quel musetto e quelle braccine alzate mi fanno sorridere ogni volta che le guardo!! Oltretutto ho letto recensioni sempre entusiaste e spero di leggerlo presto anche io!!



Che ve ne pare, siete d'accordo con me? Qual è il vostro rapporto con le cover dei libri?
Aspetto i vostri commenti e sono curiosissima di scoprire nuove bellissime illustrazioni!!

venerdì 25 novembre 2016

5 cose che... 5 libri che ho amato da piccola




Buon venerdì carissime stelline cadenti!! Come state? Qui in Sardegna ieri ha piovuto fortissimo, e molte zone sono in allerta per il pericolo di alluvioni, spero che da voi sia tutto a posto!!

Siamo pronti per una nuova puntata della rubrica ideata dalle Twins Books Lovers, che stavolta ci chiede di tornare indietro con la memoria :

5 libri che ho amato da piccola

Queste sono le mie risposte, ho cercato di andare indietro fino ai primissimi libri che ho amato, quelli che mi leggevano i miei genitori o gli zii infinite volte, tanto da saperli perfettamente a memoria!



1. Gli aristogatti e gli altri Cartoon Disney
  A fine anni 80 non si aveva la possibilità di avere tante videocassette, soprattutto nel mio paesello disperso tra le montagne,  e tantomeno andare al cinema! Avevo però alcuni libri con la cassetta, che leggeva passo passo le pagine e quando dovevi voltare pagina avvisava con un trillo! Con mia sorella ci passavamo intere serate, tanto da sapere Gli Aristogatti, Peter Pan, Robin Hood e Biancaneve a memoria, campanellino compreso! 



2. Il bandito pentito e altri racconti popolari sardi
Questo libro invece era a casa di mia nonna, uno degli unici libri a misura di bambino che possedeva, ricco di leggende, filastrocche e racconti popolari in italiano e in sardo. Ogni giorno ne leggevamo una, e quando arrivavamo alla fine si ripartiva dall'inizio!
Sapevate che ogni tradizione popolare ha la propria versione di Cenerentola e di tutte le altre fiabe classiche? Io l'ho scoperto grazie a questo libro ma da grande, quando preparavo l'esame di Storia delle tradizioni popolari all'Università! 😁

martedì 22 novembre 2016

Wolf | Ryan Graudin


Wolf: La ragazza che sfidò il destino (Wolf By Wolf, #1)


  È il 1956 e l’alleanza tra le armate naziste del Terzo Reich e l’impero giapponese governa gran parte del mondo. Ogni anno, per celebrare la Grande Vittoria, le forze al potere organizzano il Tour dell’Asse, una spericolata e avvincente corsa motociclistica che attraversa i continenti collegando le due capitali, Germania e Tokyo. Il premio in palio? Un incontro con il supersorvegliato Führer, al Ballo del Vincitore. Yael, una ragazza sopravvissuta al campo di concentramento, ha visto troppa sofferenza per rimanere ancora ferma a guardare, e i cinque lupi tatuati sulla sua pelle le ricordano ogni giorno le persone che ha amato e che le sono state strappate via. Ora la Resistenza le ha dato un’occasione unica: vincere la gara, avvicinare Hitler… e ucciderlo davanti a milioni di spettatori. Una missione apparentemente impossibile che solo Yael può portare a termine. Perché, grazie ai crudeli esperimenti a cui è stata sottoposta, è in grado di assumere le sembianze di chiunque voglia. Anche quelle di Adele Wolfe, la Vincitrice dell’anno precedente. Le cose però si complicano quando alla gara si uniscono Felix, il sospettoso gemello di Adele, e Luka, un avversario dal fascino irresistibile…


Un romanzo ucronico davvero, davvero valido!!

Amo moltissimo la Storia alternativa, l'analisi di come sarebbe ora il mondo se una determinata situazione non si fosse verificata (se i dinosauri fossero ancora sulla Terra, se l'America non fosse stata scoperta da Colombo, etc...), perciò la trama di questo romanzo mi ha conquistata fin da subito, soprattutto vista la vicinanza cronologica con i nostri anni.
Sicuramente il periodo nazista è stato tra i più analizzati secondo la tecnica del "E se...", ma non avevo mai letto un romanzo su questo argomento, e devo dire che l'autrice mi ha coinvolto tantissimo!

Yael ha subìto sulla propria pelle una delle cose più atroci della teoria della razza di Hitler, ovvero divenire una cavia per gli esperimenti sconclusionati e disumani degli scienziati nazisti: quanto dolore, smarrimento e alienazione può mai sopportare una bambina di sei anni?
Ma questa sofferenza non è stata del tutto inutile per Yael e la sua gente: ha fatto in modo che essa stessa potesse diventare un'arma preziosa contro il nemico e la sua visione malata dell'umanità.
I capitoli sui suoi ricordi dell'epoca sono molto duri da digerire, ma ci aiutano a capire la psicologia e la determinazione di questa ragazza, ma anche le sue difficoltà a dover mentire anche alle persone che vorrebbero il suo bene.
L'autrice ha saputo creare una storia incalzante e coinvolgente nelle parti dedicate alla corsa motociclistica: abbiamo respirato la sabbia del deserto insieme ai corridori, ci siamo ustionati le gambe a contatto con le moto surriscaldate, abbiamo assistito a alleanze e trappole per eliminare gli avversari più deboli o quelli più temibili, godendo dei piccoli momenti di ristoro e serenità, ma sempre tenendo presente l'enorme fardello che gravava sulle spalle della protagonista, l'intera umanità letteralmente dipendeva dalla sua tenacia e dalla sua abilità.

Ho amato molto lo stile dell'autrice e la caratterizzazione di tutti i personaggi, come anche la costruzione dei capitoli, la loro alternanza tra presente e passato che ci ha regalato consapevolezza mano a mano che proseguivamo la lettura.

Non vedo l'ora di leggere il secondo volume, mi sono affezionata ai personaggi e fremo dalla curiosità di conoscere il loro destino!

TRAMA:              8
COPERTINA :     7
PERSONAGGI :  8,5
STILE :                  8

venerdì 18 novembre 2016

5 cose che... 5 generi preferiti


Buongiorno carissimi lettori! Come state? Io emergo faticosamente da un mal di testa terribile, spero che sia finalmente passato del tutto, non ne posso più!!!
Ma passiamo alla nostra rubrica preferita. le 5 cose che, ideata dalle Twins Books Lovers e presente ormai in tantissimi blog, tutti raggruppati nel gruppo facebook dedicato! Se volete aggiungervi basta comunicarlo nel post originario ed è fatta!!


Il tema di oggi è semplice:   5 generi preferiti    
Let's go!



1. Horror

Ho sempre avuto un debole per le storie forti e le atmosfere inquietanti, cercavo sempre un brivido nelle mie letture di ragazzina, e a undici anni mi ostinavo a leggere i libri "dai 14 anni in su", con le conseguenze del caso!! ;-)
Paranormali, esseri sovrannaturali, possessioni demoniache, mostri, zombie, scenari apocalittici, insomma, non disdegno nulla! I mie preferiti sono i vampiri e le streghe, e ovviamente tutti i personaggi che la fervida immaginazione di Stephen King è riuscita a creare!



2. Thriller

Se voglio immergermi maggiormente nella realtà, cosa c'è di meglio di un vero psicopatico che semina terrore e morte ovunque passi?
Gli ingredienti immancabili in un Thriller che si rispetti sono: Serial Killer, enigmi da risolvere, adrenalina e trame mozzafiato!
Tra i miei preferiti vi sono Camilla Lackberg, Giorgio Faletti, Jeffery Deaver, Mary Higgins Clark, Carlos Ruiz Zafon e Lars Kepler.





3. Narrativa Sudamericana

Amo follemente lo stile che accomuna tutti gli scrittori sudamericani: al loro concezione della Morte, del Tempo e della quotidianità, sempre permeata da un qualcosa di magico come fosse una cosa normale. 
Il realismo magico riesce a farmi sognare e a mettermi in pace con il mondo, soprattutto nei libri di Gabriel Garcia Marquez, Isabel Allende, Ernesto Sabato e Luis Sepulveda.




4. Romanzo di Formazione

Adoro seguire la storia di un personaggio dalla sua infanzia all'età adulta, attraversando assieme a lui tutti gli accadimenti che lo formeranno. Mi piacciono sia quelli che si ispirano a storie vere che quelli totalmente inventati; tra quelli a cui sono più affezionata troviamo Jack Frusciante è uscito dal gruppo, Sulla Strada, Due di due, Il viaggio della strega bambina, Il buio oltre la siepe, In un milione di piccoli pezzi,  e tanti altri.



5. Saghe Familiari

Le storie familiari che spesso si mescolano alla Storia dell'umanità mi affascinano terribilmente! Credo che siano i libri migliori per darci un quadro preciso e dettagliato della società del tempo e dei luoghi in cui sono ambientati. Personaggi indimenticabili e sentimenti fortissimi, tanto da sentire la mancanza dei personaggi una volta terminato il libro. Qualche titolo? Il viaggio degli inganni, Cent'anni di solitudine, Stirpe, Chiedi perdono, Middlesex, Ogni mattina a Jenin, La casa degli spiriti.




Vi sono poi altri generi che amo e metterei immediatamente dietro a questi, o i cui libri si prestano a più di una definizione di genere: la narrativa contemporanea, l'urban fantasy, il distopico, il romanzo storico, il romanzo erotico, le storie vere, e chi più ne ha più ne metta!!!
E voi quali generi preferite in assoluto? Scrivetemelo nei commenti, sono sempre molto felice di scoprire i gusti degli altri!! 
Un grande abbraccio *.*

lunedì 14 novembre 2016

Dreamology | Lucy Keating



Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà? 


Ho ricevuto questo libro dalla Newton Compton Editori  grazie alla loro iniziativa Club dei Lettori, volta a diffondere la lettura e a promuovere la partecipazione dei lettori alle loro iniziative editoriali.

Dico subito che non sarebbe stato un mio acquisto: la copertina è discutibile, l'inciso "un successo del passaparola" mi perplime e la trama mi sembrava simile a tante altre.
Invece, procedendo nella lettura, dopo i soliti cliché di "figlia con un genitore solo, costretta a trasferirsi in una nuova città e in una scuola dove non viene accettata subito", si intravedono dei guizzi di originalità e un certo realismo nella dinamica dei rapporti umani.

La parte migliore è sicuramente quella della contrapposizione tra il mondo onirico, assurdo e perfetto, e il mondo reale, dove i malintesi creano difficoltà e dove ci si deve impegnare per recuperare un rapporto a cui si tiene.
Alice, la protagonista, è un personaggio molto interessante e poco stereotipato: un po' disadattata ma sicura di sé, capisce bene i suoi sentimenti e quelli degli altri e non ha paura di affrontare questioni spinose, per esempio con un innamorato respinto o con un padre che non ammette l'abbandono da parte di sua moglie,

Il rapporto che guida Alice e Max è tenero ma allo stesso tempo forte e maturo; inizialmente ho giudicato Max come il classico ragazzo problematico degli YA, che non sa cosa vuole e che manda messaggi contraddittori a chi gli sta intorno, ma per fortuna con l'andare avanti della trama ciò si è ridimensionato, regalandoci un ragazzo capace di parlare delle sue emozioni e di portare avanti la propria decisione.

I personaggi secondari non sono invece tutti delineati con la stessa cura: il professore del Centro di Studi sul Sogno e il padre di Alice sono poco profondi e molto caricaturali, mentre la migliore amica di Alice, Sophie, è presente in pochi capitoli ma è stata caratterizzata molto bene, esattamente come Oliver, personaggio praticamente irresistibile (anche se meno originale).

L'autrice è di Boston e questo traspare nelle accuratissime descrizioni della città, davvero notevoli, che permettono al lettore di immaginare per filo e per segno le location della storia: la casa in stile vittoriano, il parco, il lungo fiume e i pittoreschi negozi del quartiere di Alice e Oliver.

Tirando le somme, è stata una lettura piacevole totalmente inaspettata, che consiglio alle più giovani e romantiche: l'uomo dei sogni potrebbe essere davvero dietro l'angolo! ;-)


Trama:              7
Personaggi:         7,5
Copertina:          5
Stile:              7

sabato 12 novembre 2016

5 cose che... 5 autori di cui comprerei i romanzi ad occhi chiusi


Eccomi! Eccomi!! Come al solito sono in ritardo, ma in queste settimane infernali ho deciso fermamente di riprendere in mano il blog e questa fantastica rubrica, per cui bando alle ciance e benvenuti alla nuova puntata della rubrica ideata dalle Twins Books Lovers, che per oggi ci chiede una cosa facilefacile:

5 autori di cui comprerei i romanzi ad occhi chiusi

Certo, solo cinque per me è un numero esiguo, ma cercherò comunque di fermarmi in tempo! Ecco le mie prime scelte:



Stephen King

Che dire, è sicuramente l'autore più prolifico che io abbia mai letto, e a parte pochissime eccezioni, i suoi libri non mi hanno mai deluso. Ogni sua opera merita un posticino nella mia libreria! *.* 

Tra i miei preferiti: Carrie, It, A volte ritornano, Rose Madder, Misery, 22/11/63 e Duma Key






Christopher Moore

Dall'horror passiamo all'humor, ma un humor estremamente intelligente e costruttivo. Un autore geniale, dissacrante senza essere offensivo, capace di reinventarsi e di essere sempre sè stesso.
Suo è uno dei miei romanzi preferiti in assoluto, Il vangelo secondo Biff, che non smetto di consigliare al mondo intero!

Adattissimo al periodo natalizio anche Tutta colpa dell'angelo. Un'allegra favola di Natale, mentre per chi ama l'Arte e gli impressionisti sarà perfetto Sacré Bleu.




Irvine Welsh 

Questo autore mi ha conquistata fin dal primo romanzo che lessi, Trainspotting, per proseguire poi con Acid House e Il Lercio, e tutti gli altri suoi romanzi. Negli anni del liceo, appena un suo libro arrivava in edicola, lo prendevo senza pensarci due volte, anzi senza nemmeno leggere la trama!
Adesso sono rimasta un po' indietro, mi mancano gli ultimi suoi tre o quattro romanzi, ma sono sicurissima che anche quelli non mi deluderanno!



Carlos Ruiz Zafón  

Come recita lo slogan promozionale del suo ultimo libro in uscita "Ti ricorderai perché ami leggere",beh è assolutamente vero!! I suoi romanzi sono assolutamente perfetti e unici: corposi, intensi e totalmente monopolizzanti; insieme a loro ti immergi nella Barcellona più sconosciuta e diventi partecipe assoluto delle vicende. Magico!

Oltre ai famosissimi L'ombra del ventoIl gioco dell'angelo, sono affezionatissima anche a Marina, il primo romanzo che ho letto di quest'autore.



Vanessa Roggeri   

E finiamo questa cinquina con una donna!! Avevo un sacco di nomi in mente, ma pensandoci bene, un'autrice di cui prenderei al volo il prossimo libro, senza nemmeno conoscerne titolo e trama è sicuramente lei! Sarda come me, capace di creare personaggi indimenticabili come Nora e Ianetta, non potevo assolutamente non inserirla.
Attendo con ansia il nuovo romanzo!







Non posso terminare però senza aggiungere velocemente gli altri autori che amo e che ho lasciato fuori da quest'elenco perché ormai defunti e di cui possiedo già gran parte della loro Opera Omnia (ovvero Gabriel Garcia Marquez,  Sergio Atzeni,  Charles Bukowski,  José Saramago), o che sono al sesto, settimo, ottavo... posto della mia lista, vale a dire Valentina D'Urbano, Sarah Addison Allen, Sarah J. Maas, Torey Hayden, Marcello Fois e Chiara Gamberale. Grande escluso invece Alessandro Baricco, che con le sue opere più recenti mi ha un po' reso titubante e ora prima di comprare un suo libro aspetto di leggere qualche recensione in giro.


E ora a voi la parola!! Quali sono gli autori che comprereste a scatola chiusa? Aspetto i vostri commenti con la solita curiosità e vi abbraccio forte forte!!

mercoledì 26 ottobre 2016

Dralon | M.C. Willems






La famiglia Moffet è una famiglia come tante. Conduce una vita semplice e tranquilla in una graziosa casetta a due piani nei sobborghi di Londra… questo, fino a quando non riceve, per mano di uno strano postino, un misterioso pacco che la catapulterà, senza volerlo, in un mondo sconosciuto e fantastico; un mondo al contrario, popolato da bastoni e ciottoli parlanti, scarpe che danno il benvenuto, custodi di sasso, lampade e calderoni magici, indovini burloni e fiammiferi urlanti in grado di svelare strade segrete. 
Un magico e avventuroso viaggio che porterà i protagonisti a scontrarsi contro malvagie forze oscure e a percorrere gli impervi sentieri del cambiamento e della crescita interiore.



Ho ricevuto questo libro dall'autrice, ormai parecchi mesi fa, e la ringrazio per la pazienza e la gentilezza che ha dimostrato nei miei confronti.

Finalmente sono riuscita a leggere questo romanzo, e sono rimasta soddisfatta dalla storia. Avrei voluto leggerlo insieme a mio nipotino, ma è ancora troppo piccolo per riuscire a seguire la narrazione, avendo solo due anni e mezzo, Chissà, magari fra qualche anno lo rileggeremo insieme! ;-)

Dralon è il primo volume di una trilogia fantasy per ragazzi, perciò il finale è aperto e promette una nuova avventura nel mondo contrario con gli stessi protagonisti.
I personaggi magici sono bizzarri e particolari, ma anche i babbani, ehm, i mortali sono estremamente particolari: la mamma dei tre ragazzini protagonisti, per esempio, è una fanatica dell'ordine e della disciplina, lavoratrice frustrata e accumulatrice compulsiva di prodotti in offerta, e non ammette lo straordinario e l'inspiegabile nella propria esistenza. I suoi figli invece non esiteranno a lanciarsi in quest'avventura misteriosa e ricca di imprevisti, pur di salvare Londra e l'intera umanità.

Essendo un romanzo rivolto ai lettori più giovani, il fatto che i personaggi siano stereotipati e riconoscibili, e che alcuni espedienti siano familiari, non è un elemento negativo, ma forse la mole di personaggi presentati è eccessiva; alcuni personaggi sono introdotti in maniera particolareggiata per poi scomparire nel corso della storia in maniera repentina, senza peraltro influire nello svolgimento della trama principale, a meno che non vengano ripresentati nei volumi successivi, e rendendo il memorizzare tutto "il cast" difficoltoso per i lettori più inesperti.

Al di là di queste piccole pecche, la storia funziona eccome, anche per i lettori adulti: il mondo creato dall'autrice è originale e interessante, in particolare durante l'interazione coi bambini, che dà vita a quelle scenette non-sense che tanto mi divertono!


TRAMA:           7,5
PERSONAGGI:      7
COPERTINA:       7,5
STILE:           7


Post simili:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...