venerdì 6 gennaio 2017

5 cose che - 5 libri famosi che non ho ancora letto


Buona Befana a tutti voi lettori!!! State gustando i dolciumi che avete trovato nella calza stamattina? O siete stati cattivi e avete ricevuto solo carbone?? 😏

Anche se è un giorno di festa, è pur sempre venerdì, ed è quindi ora della rubrica 5 cose che, che ho disertato già nelle scorse settimane ma che voglio assolutamente proseguire!!

  👀    5 libri famosi che ancora non ho letto      ðŸ‘€


1. Il Giovane Holden
 "Non ho nessuna voglia di mettermi a raccontare tutta la mia dannata autobiografia e compagnia bella. Vi racconterò soltanto le cose da matti che mi sono capitate verso Natale, prima di ridurmi così a terra da dovermene venire qui a grattarmi la pancia. Niente di più di quel che ho raccontato a D.B., con tutto che lui è mio fartello e quel che segue. Sta a Hollywood, lui. Non è poi tanto lontano da questo lurido buco, e viene qui a trovarmi praticamente ogni fine settimana. Mi accompagnerà a casa in macchina quando ci andrò il mese prossimo, chi sa. Ha appena preso una Jaguar. Uno di quei gingilli inglesi che arrivano sui trecento all'ora. Gli è costata uno scherzetto come quattromila sacchi o giù di lì. E' pieno di soldi, adesso. Mica come prima. Era soltanto uno scrittore in piena regola, quando stava a casa".


2. Fight Club (e tutti gli altri romanzi di Palahniuk)
Tyler Durden, disilluso dalla cultura vacua e consumistica imperante nel mondo occidentale, è un giovane che si trascina in una vita fatta di bugie e di fallimenti. La sua unica valvola di sfogo sono gli incontri clandestini di boxe nei sotterranei dei bar. Tyler crede di aver trovato in questo modo una strada per riscattare il vuoto della propria esistenza; ma nel mondo del pugilato non c'è posto per alcuna regola, freno o limite. Romanzo profetico e provocatorio, Fight Club è stato salutato fin dal suo apparire nel 1996 come una delle opere più importanti del decennio.





3. Il signore degli anelli
"Il Signore degli Anelli" è un romanzo d’eccezione, al di fuori del tempo: chiarissimo ed enigmatico, semplice e sublime. Esso dona alla felicità del lettore ciò che la narrativa del nostro secolo sembrava incapace di offrire: avventure in luoghi remoti e terribili, episodi d’inesauribile allegria, segreti paurosi che si svelano a poco a poco, draghi crudeli e alberi che camminano, città d’argento e di diamante poco lontane da necropoli tenebrose in cui dimorano esseri che spaventano solo al nominarli, urti giganteschi di eserciti luminosi e oscuri; e tutto questo in un mondo immaginario ma ricostruito con cura meticolosa, e in effetti assolutamente verosimile, perché dietro i suoi simboli si nasconde una realtà che dura oltre e malgrado la storia: la lotta, senza tregua, tra il bene e il male. Leggenda e fiaba, tragedia e poema cavalleresco, il romanzo di Tolkien è in realtà un’allegoria della condizione umana che ripropone in chiave moderna i miti antichi

4. Notre Dame de Paris
Un classico senza tempo. Un classico popolare. La grandiosa rivisitazione di una Parigi tardomedioevale in cui si mescolano lo spettrale profilo della basilica di Notre-Dame, abitata dal gobbo Quasimodo, e la notturna Corte dei Miracoli, dove risplende la bellezza di Esmeralda. Come in un grande melodramma, forze del bene e forze del male si scontrano facendo fulcro intorno all'attrazione, alla sensualità, all'innocenza della bella zingara. Romanzo del diverso, del perverso e dell'amore contrastato, Notre-Dame de Paris non ha mai smesso di sedurre l'immaginazione di registi (memorabile il film del 1939 di William Dieterle, con Charles Laughton nelle vesti di Quasimodo), musicisti (recentissimo è il musical di grande successo di Riccardo Cocciante), e naturalmente quella dei lettori. 


5. La storia
Attraverso la vicenda di morte e follia costruita, nella Roma della seconda guerra mondiale, intorno al personaggio della maestra elementare Ida Ramundo, l'autrice non intendeva soltanto mettere in luce lo spietato meccanismo di una Storia fatta dai potenti che schiaccia e distrugge senza neanche accorgersene milioni e milioni di poveri e piccoli esseri umani, destinati al ruolo esclusivo delle vittime. Intendeva anche, e con forza inusitata, richiamare la letteratura alle sue responsabilità morali e civili, additando la necessità per lo scrittore di recuperare quel ruolo di "insegnante" e di depositario della coscienza collettiva che aveva naturalmente incarnato nell'Ottocento. 
Provocatorio e insieme ingenuo, primitivo e insieme profondamente avvertito, pessimista e insieme consolatorio, il romanzo ci appare ancora oggi come un'opera "totale", frutto di una carica progettuale di grande originalità, che ne fa certamente il più cospicuo lascito della scrittrice ai suoi difficili tempi.


E questi sono stati i primi che mi son venuti in mente, ma ho veramente un sacco di libri in attesa di essere letti, tra cui la saga di Harry Potter (tranne il primo volume), Anna Karenina e tutti i classici russi, la saga di Elena Ferrante e tanti altri titoli...Voi quali libri famosi avete intenzione di leggere presto???
Scrivetemeli nei commenti e se avete pubblicato il post a tema lasciatemi pure il link! 

34 commenti:

  1. Fight Club e Il signore degli anelli stra-consigliati!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo!!! Fight Club lo leggerò prestissimo, promesso!!

      Elimina
  2. Vedo Il signore degli anelli un po ovunque ;D Io avevo provato a leggerlo anni fa ma poco dopo mi sono arresa, non era cosa per me :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero?? Per lo stile? Io temo quello, che ci siano concetti da due righe espressi in dieci pagine :-(

      Elimina
  3. Ciao! Il Signore degli anelli è meraviglioso, lo adoro *_*
    Per quanto riguarda i classici russi ti consiglio d'iniziare con Le notti bianche così prendi confidenza con lo stile di Dostoevskji, poi magari I fratelli Karamazov che per me è molto più bello di Delitto e Castigo.
    Il libro di Victor Hugo l'ho letto al liceo, non è male, ma l'ho trovato tanto triste.
    Anna Karenina, Guerra e Pace, Le anime morte di Gogol, sono tutti libri che dovrei rileggere/leggere.
    Questi autori sono quelli più difficili da seguire, mi sa.
    Un salutone
    Leryn

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i consigli Leryn, mi saranno molto utili!! Le notti bianche l'ho sentito spesso nominare, cercherò di procurarmelo!

      Elimina
  4. Ciao Ale! Elsa Morante non sono mai riuscita a leggerla... traumi scolastici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ophelie! ^.^
      Noi a scuola eravamo sempre indietro col programma e non siamo mai arrivati a nominare Elsa Morante, quindi la mia curiosità su di lei e gli altri autori a lei contemporanei è sempre rimasta!

      Elimina
  5. ciao i libri li conosco tutti e oltre al signore degli anelli,della tua lista, vorrei leggere anche Fight Club. Ho poi visto quelli che hai aggiunto sotto;tu devi,per obbligo, leggere Harry Potter,non puoi non averlo fatto...te lo stra consiglio,è una tappa di passaggio che tutti dovrebbero fare. Ho visto che hai letto il primo però,perchè non hai continuato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Blue, mi fa piacere vedere quanto tu sia affezionata al maghetto inglese, credo che non l'abbia mai letto per una questione anagrafica: quando è uscito il primo volume ero già al liceo e leggevo tutto un altro genere di libri. Infatti il primo volume l'ho letto l'anno scorso, ma conto di continuare pian piano tutta la saga, anche perché ho letto spesso che insieme ad Harry anche i romanzi maturano in stile e contenuti!

      Elimina
  6. Il signore degli anelli è la mia grande sfida, è da anni che tento di giungere anche solo a metà. Il 2017 sarà l'anno buono per finirlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, già arrivare alla metà sarebbe un grande traguardo, parliamo di un totale di 1300 pagine, giusto???
      ^.^

      Elimina
  7. Nemmeno io ho letto Il signore degli anelli, mi consolo! ;)

    RispondiElimina
  8. Ecco, nemmeno io ho letto nessuno di questi libri XD, ho provato con Elsa Morante ma niente da fare, non mi piace XD
    Ella.

    P.s: già ti seguivo da un po' ma non sono una lettrice silenziosa !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece non ho mai letto nemmeno una riga della Morante, ma ho sempre sentito parlare del suo romanzo come di un capolavoro, perciò devo assolutamente leggerlo per avere un mio parere!

      Elimina
  9. Ciao!! A parte Il Signore degli Anelli anche io devo leggere tutti i libri che hai citato! Anche se Elsa Morante non mi ispira granchè, però non ho mai letto niente di suo quindi chissà! Dovrei almeno provarla per "affinità nominale"! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io ho letto nulla di Elsa Morante, mi baso soprattutto sui giudizi di amiche che lo considerano un vero capolavoro, spero di farmi una mia idea presto!!

      Elimina
  10. Ciao!! Ecco non ho letto nessuno di questi nemmeno io!! Fight Club vorrei recuperarlo il prima possibile, così come Il giovane Holden!! e vorrei riuscire prima o poi a portare a termine la lettura de La compagnia dell'anello...sempre se il signor Tolkien me lo permette!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente Palahniuk e Salinger saranno i primi che recupererò!

      Elimina
  11. quest'anno babbo natale mi ha portato Il signore degli anelli: ora non ho più scuse per non leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'ottima ragione per leggerlo, Fede!! Se lo inizi presto fammelo sapere, sono curiosa di sentire le tue prime impressioni

      Elimina
  12. Dei tuoi ho letto, con fatica, il signore degli anelli. Troppo prolisso per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio quello che temo anche io da Tolkien...Le descrizioni troppo lunghe mi annoiano terribilmente...

      Elimina
  13. Risposte
    1. Sono contenta di non essere l'unica a non averli ancora letti! ;-)

      Elimina
  14. Della Morante vorrei leggere anch'io qualcosa, pensavo a L'isola di Arturo ma anche La Storia mi incuriosisce! :) Un grande abbraccio ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente si potrebbe iniziare con L'isola di Arturo, che è considerato più accessibile di La storia.. Il primo che trovo compro, è deciso!!
      Un abbraccio anche a te Stefy!

      Elimina
  15. Ciao Ale! Elsa Morante mi piace molto, soprattutto mi è piaciuto L'isola di Arturo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo anche questo titolo alla wishlist, il primo che trovo leggo, ormai sono curiosissima di conoscere la Morante!

      Elimina
  16. Notre dame io l'ho iniziato anni fa e mai finito ç__ç

    RispondiElimina
  17. Ehm, tra questi non ne ho letto nessuno, anche se Il Signore degli Anelli è in lista da secoli! ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha sono in ottima compagnia allora!!! A me Il signore degli anelli intimorisce parecchio, è questa la verità!!
      :-(

      Elimina

Grazie per aver letto fino a qui! Se mi lasci un commento sarò felicissima di leggerlo ^_^

Post simili:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...