Dreamology | Lucy Keating



Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà? 


Ho ricevuto questo libro dalla Newton Compton Editori  grazie alla loro iniziativa Club dei Lettori, volta a diffondere la lettura e a promuovere la partecipazione dei lettori alle loro iniziative editoriali.

Dico subito che non sarebbe stato un mio acquisto: la copertina è discutibile, l'inciso "un successo del passaparola" mi perplime e la trama mi sembrava simile a tante altre.
Invece, procedendo nella lettura, dopo i soliti cliché di "figlia con un genitore solo, costretta a trasferirsi in una nuova città e in una scuola dove non viene accettata subito", si intravedono dei guizzi di originalità e un certo realismo nella dinamica dei rapporti umani.

La parte migliore è sicuramente quella della contrapposizione tra il mondo onirico, assurdo e perfetto, e il mondo reale, dove i malintesi creano difficoltà e dove ci si deve impegnare per recuperare un rapporto a cui si tiene.
Alice, la protagonista, è un personaggio molto interessante e poco stereotipato: un po' disadattata ma sicura di sé, capisce bene i suoi sentimenti e quelli degli altri e non ha paura di affrontare questioni spinose, per esempio con un innamorato respinto o con un padre che non ammette l'abbandono da parte di sua moglie,

Il rapporto che guida Alice e Max è tenero ma allo stesso tempo forte e maturo; inizialmente ho giudicato Max come il classico ragazzo problematico degli YA, che non sa cosa vuole e che manda messaggi contraddittori a chi gli sta intorno, ma per fortuna con l'andare avanti della trama ciò si è ridimensionato, regalandoci un ragazzo capace di parlare delle sue emozioni e di portare avanti la propria decisione.

I personaggi secondari non sono invece tutti delineati con la stessa cura: il professore del Centro di Studi sul Sogno e il padre di Alice sono poco profondi e molto caricaturali, mentre la migliore amica di Alice, Sophie, è presente in pochi capitoli ma è stata caratterizzata molto bene, esattamente come Oliver, personaggio praticamente irresistibile (anche se meno originale).

L'autrice è di Boston e questo traspare nelle accuratissime descrizioni della città, davvero notevoli, che permettono al lettore di immaginare per filo e per segno le location della storia: la casa in stile vittoriano, il parco, il lungo fiume e i pittoreschi negozi del quartiere di Alice e Oliver.

Tirando le somme, è stata una lettura piacevole totalmente inaspettata, che consiglio alle più giovani e romantiche: l'uomo dei sogni potrebbe essere davvero dietro l'angolo! ;-)


Trama:              7
Personaggi:         7,5
Copertina:          5
Stile:              7

Commenti

  1. ce l'ho attualmente in lettura e per gran parte concordo con quanto hai scritto. per ora su max non mi pronuncio anora aspetto di scoprire questi cambimenti di cui parli.
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chicca! Sono molto curiosa di conoscere il tuo parere una volta finita la lettura! ^_^

      Elimina
  2. Mmm, non so, nonostante il giudizio positivo, anche se non eccelso, non sono del tutto convinta :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente, se non mi fosse arrivato per posta tramite l'iniziativa della Newton Compton, non l'avrei preso in considerazione nemmeno io. E' una lettura carina, ma certo non indimenticabile...

      Elimina
  3. Ciao! Io ho letto pareri diversi su questo libro, alcuni negativi, altri positivi ma non troppo, come nel tuo caso..A me questo libro ha sempre ispirato e nonostante tutto ho intenzione di leggerlo al più presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria!! La parte sui sogni della protagonista è davvero bella, se ti ispira devi assolutamente leggerlo! Poi mi farai sapere il tuo parere ^.^

      Elimina
  4. è piaciuto molto anche a me, concordo che a prima vista poteva sembrare più banale e invece mi ha piacevolmente stupita

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per aver letto fino a qui! Se mi lasci un commento sarò felicissima di leggerlo ^_^

Post popolari in questo blog

5 cose che...5 canzoni del cuore

Fiore di fulmine - Vanessa Roggeri