Chelsea & James - Roberto Giuseppe Cozzo





Il romanzo:            

Nel tentativo di perseguire il proprio personale senso di giustizia, due ragazzi cercano di fuggire da un ingombrante passato, che li condiziona fortemente. La moralità, immancabilmente relativa, viene messa in discussione, mentre un viaggio li porterà via dalla zona in cui hanno imparato a soffrire. Scopriranno che allontanarsi da un luogo è possibile, ma prendere le distanze dalle proprie vite è un obiettivo che può essere raggiunto solo conoscendo sacrifici forse insopportabili. 


[Qui tutte le info]





Ho letto con molto piacere e con un certo senso di responsabilità questo romanzo, in quanto è stato il primo libro che un autore mi abbia mai inviato con il desiderio di conoscere il mio parere. Questo mi ha fatto davvero molto piacere, ma ho anche avuto il timore di non essere all'altezza delle aspettative.
Inizio subito col dire che è un romanzo d'esordio ma che se non lo sapessi certamente non avrei potuto intuirlo dalla lettura: è infatti un'opera matura e estremamente coinvolgente.


La cosa che ho amato di più è la scrittura: uno stile che io definirei riflessivo senza risultare lento e che ci fa capire che il protagonista stesso è una persona che ama dare un nome alle cose e analizzare i propri pensieri e le proprie sensazioni.
Una vita che per entrambi i protagonisti è arrivata a un punto morto, dove la sofferenza è quotidiana e viene accettata con rassegnazione: ma quando due anime affini si incontrano, allora i limiti non esistono più ed è lecito e doveroso perseguire la propria felicità insieme.
Niente scenette alla Mulino Bianco: qui la felicità ha l'odore della polvere da sparo e la tachicardia dell'adrenalina, e pur non essendo la vita che i due si sarebbero augurati per la persona che amano, sanno anche che è l'unica possibile per loro.
Il legame tra i James e Chelsea è fortissimo e assoluto: l'autore riesce a trasmetterci quest'intensità, senza la quale le decisioni dei due ragazzi ci sarebbero parse quantomeno infelici, se non inverosimili. Qui invece ci troviamo non solo ad accettarle, ma anche a condividerle: come la celeberrima frase di Kurt Cobain nella sua lettera d'addio prima di suicidarsi che diceva così:
è meglio spegnersi subito che bruciare lentamente  
Insomma, questo romanzo è davvero bello e insolito, impietoso e allo stesso tempo poetico, come solo la vita vera sa essere. Complimenti quindi a Roberto Giuseppe Cozzo, di cui a ottobre uscirà il secondo romanzo, che non mi lascerò scappare!!



  *** Voto : 4 stelline su 5***   


 

Commenti

  1. Bellissima recensione e la citazione è più che mai azzeccata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara!!! Non ho potuto fare a meno di pensare a quella frase durante la lettura..

      Elimina
  2. Bella recensione:)
    Anche io ho letto questo libro e condivido alcune delle cose che hai detto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dafne!! Spero sia stata una bella lettura anche per te! =)

      Elimina
  3. Ottima recensione per un bel romanzo ben scritto e avvincente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille aquila!! Avevo letto anche la tua recensione e sono d'accordo con te! Un esordio coi fiocchi!! ^_^

      Elimina
    2. Obbligatoriamente inserito nella TBR del mese apposta per recensirlo, su tutto la citazione di Kurt mi dà l'idea di un romanzo tosto e coinvolgente.
      Spero che non mi deluda!

      Elimina
    3. Vedrai che ti piacerà, Lumi!! Scritto bene e una trama originale!

      Elimina
  4. Mi trovo d'accordo! Lo recensirò in settimana!

    RispondiElimina
  5. Grazie per la recensione, Alenixedda. E grazie a tutte per i commenti. Auguro una buona lettura a chi leggerà il mio romanzo, e sono felice che sia piaciuto a chi lo ha già letto.
    Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Giuseppe! Ancora complimenti e buon lavoro con il prossimo romanzo!! ^_^

      Elimina
  6. Anche io ho letto questo libro, davvero insolito hai ragione. La citazione che hai inserito è azzeccatissima così come la musica ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patrizia!!! Eh sì, appena ho letto il finale mi è tornato alla mente subito il finale del film Easy Riders , credo che per certi versi si assomiglino!!

      Elimina
  7. sono proprio curiosa di leggerlo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ika!! Leggilo presto, è una storia molto coinvolgente, da divorare tutta d'un fiato!

      Elimina
  8. Mi aggrego ai commenti precedenti: sono curiosa anch'io! :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per aver letto fino a qui! Se mi lasci un commento sarò felicissima di leggerlo ^_^

Post popolari in questo blog

5 cose che...5 canzoni del cuore

Fiore di fulmine - Vanessa Roggeri