lunedì 28 aprile 2014

Poeticando... [3#]





Buongiorno carissimi! Oggi vi propongo un'altra delle mie poesie preferite; stavolta l'autore è italiano, tale Sergio Corazzini, esponente del Crepuscolarismo (corrente letteraria sviluppatasi nei primi anni del '900 e caratterizzata da toni neutri e smorzati di poeti che rinnegavano i temi eroici e sublimi in favore di temi quotidiani e spesso melanconici).Questa poesia in particolare rappresenta il forte legame che un poeta aveva in passato col suo "mestiere": una volta che l'ispirazione verrà meno, anche l'uomo non avrà più ragione di esistere...


Il mio cuore 

Il mio cuore è una rossa
macchia di sangue dove 
io bagno senza possa
la penna, a dolci prove

 eternamente mossa.
E la penna si muove
e la carta s'arrossa
sempre a passioni nove.

 Giorno verrà: lo so
che questo sangue ardente
a un tratto mancherà,

che la mia penna avrà
uno schianto stridente...
... e allora morirò.

2 commenti:

Grazie per aver letto fino a qui! Se mi lasci un commento sarò felicissima di leggerlo ^_^

Post simili:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...