giovedì 27 marzo 2014

La ragazza di fuoco - Suzanne Collins

Non puoi rifiutarti di partecipare agli Hunger Games. Una volta scelto, il tuo destino è scritto. Dovrai lottare fino all'ultimo, persino uccidere per farcela. Katniss ha vinto. Ma è davvero salva? Dopo la settantaquattresima edizione degli Hunger Games, l'implacabile reality show che si svolge a Panem ogni anno, lei e Peeta sono, miracolosamente, ancora vivi. Katniss dovrebbe sentirsi sollevata, perfino felice. Dopotutto, è riuscita a tornare dalla sua famiglia e dall'amico di sempre, Gale. Invece nulla va come Katniss vorrebbe. Gale è freddo e la tiene a distanza. Peeta le volta le spalle. E in giro si mormora di una rivolta contro Capitol City, che Katniss e Peeta potrebbero avere contribuito a fomentare. La ragazza di fuoco è sconvolta: ha acceso una sommossa. Ora ha paura di non riuscire a spegnerla. E forse non vuole neppure farlo. Mentre si avvicina il momento in cui lei e Peeta dovranno passare da un distretto all'altro per il crudele Tour della Vittoria, la posta in gioco si fa sempre più alta. Se non riusciranno a dimostrare di essere perdutamente innamorati l'uno dell'altra, Katniss e Peeta rischiano di pagare con la vita...
[Anobii.com]



Povera, povera Katniss! Una sfida dietro l'altra... 
Questo secondo volume della trilogia degli Hunger Games è stata una piacevole lettura, un reincontrare personaggi e atmosfere care che non sentivo da un po'...Credo sia passato più di un anno dalla lettura del primo volume della saga, ma appena ho iniziato a leggere La ragazza di Fuoco mi sono ritrovata immediatamente catapultata nel distretto 12 a vivere le sue nuove difficoltà.
Mi piace molto come la Collins abbia reso la giovane Katniss perfettamente consapevole del baratro in cui si stava affacciando l'intera Panem, e di come lei per istinto primordiale pensasse prima alla fuga, all'autoconservazione e solo successivamente ci ragionasse sopra per decidere di diventare il raggio propulsore della rivolta. 
Peeta invece mi sta sempre più antipatico (non speditemi nell'arena per questo, vi prego!): troppo buono, troppo servizievole, troppo amato da tutti! Fin dalle prime pagine del primo volume ho parteggiato per Gale, ma prima di dare un giudizio definitivo voglio leggere il terzo volume, perché pare che ci saranno avvenimenti che ribalteranno varie volte la situazione.

La parte del combattimento nell'arena vero e proprio è molto breve, ma forse è così che doveva essere nel libro centrale di una trilogia, dando più spazio invece alla storia dei vari personaggi, Haymitch, Prim e Gale in particolare.
Insomma, non sono rimasta delusa da questo secondo episodio, e cercherò di leggere al più presto quello conclusivo.

Il voto che dò a questo romanzo è :

2 commenti:

  1. Nooo :) subito nell'arena!! Come fa a starti antipatico Peeta??? :3 ma ma ma...è così buono ;) comunque si...nel terzo volume ti ricredersi :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah Francy!! Il mio problema è che diffido delle persone troppo buone, mi aspetto la fregatura dietro l'angolo!! E per le storie romantiche propendo sempre più per il bel tenebroso che per il principe azzurro.....che dire, subisco il fascino del pericolo! ;-)

      Elimina

Grazie per aver letto fino a qui! Se mi lasci un commento sarò felicissima di leggerlo ^_^

Post simili:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...