Recommendation Monday :: Consiglia un libro da portare al parco


*Banner*


Saaaalve miei cari lettori appassionati!! Come state? Io bene, sempre alla ricerca di un lavoretto estivo ma ahimé con scarsi risultati! Speriamo in una botta di fortuna dell'ultimo momento!
Oggi qui è una giornata di sole, ma estremamente ventosa, perciò passiamo subito al consueto consiglio del lunedì:


   *   Consiglia un libro da portare al parco   *   



Beh, questo consiglio è difficilotto: al parco solitamente puoi portare qualunque libro, è sempre piacevole proseguire una lettura sdraiati su un prato! È però vero che non è comodissimo portarsi appresso un libro di 800 pagine, e nemmeno leggere un romanzo particolarmente complicato e che richiede molta concentrazione, soprattutto se al parco ci si va in compagnia!!
Il libro che vi consiglierò è perciò questo: non troppe pagine, una storia intrigante ma lineare, che non richiede troppi sforzi e che si può interrompere per un gelatino o per chiacchierare con qualcuno!
E poi, la copertina: con quei papaveri e quel cielo blu è perfetta per una gita al parco!!!!


Pistoia, 25 luglio: durante la festa di San Jacopo, patrono della città, due ragazzini in bicicletta trovano, vicino a un fosso, il cadavere di una donna, barbaramente uccisa, priva di documenti, vestita e truccata come una prostituta, probabilmente extracomunitaria. Dopo affannose indagini, portate avanti da carabinieri svogliati e un giovane cronista che sogna lo scoop, si scopre invece che il corpo è quello di Efisia Caddozzu, maestra elementare, che tutti credevano in vacanza, la cui scomparsa era stata segnalata solo dall’anziano padre, a cui nessuno aveva creduto. I sospetti sembrano portare sulle tracce della comunità albanese: Efisia faceva volontariato, conosceva il mondo degli immigrati e aveva preso sotto la sua protezione un ragazzo intemperante e violento.
Ma chi era davvero Efisia Caddozzu? Perché una semplice maestra viene abbandonata sul ciglio di una strada con il cranio fracassato? Efisia era venuta dalla Sardegna agli inizi degli anni Sessanta: famiglia numerosa, carattere indomito, a tratti brusco e iracondo, aveva militato in Lotta Continua, aveva dedicato la sua vita all’insegnamento, al volontariato e aveva aiutato molti immigrati a inserirsi in città.
Le indagini portano tutte a un unico indiziato: l’albanese, di cui si è persa ogni traccia.
Ma la verità sulla morte di Efisia è un’altra. Per scoprirla sarà necessario scavare nelle ipocrisie più sottili e feroci dell’animo umano.


E voi cosa mi consigliereste? Siete d'accordo con me o per voi è indifferente il contenuto del romanzo che vi portate al parco?
Aspetto i vostri consigli!! 

Commenti

  1. Adoro i papaveri, ed hai perfettamente ragione, uno al parco non può mica portarsi un mammuttone della newton, ad esempioXD (eh si, sto leggendo il mammut di Verne in questo momento, e le mie braccia chiedono pietà)
    Io invece consiglierei uno che ho appena finito: Il castello magico di Howl!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuhhh ha a che fare con il film di Miyazaki??? *.*

      Ahah i super mammuth sono decisamente sconodi da portare in giro! XD

      Elimina
  2. Siamo impegnate nella stessa ricerca :)
    Io di solito non guardo troppo il contenuto o la pesantezza per portarmi dietro i libri, ti dico solo che un periodo me ne andavo in giro allegramente con il mattoncino de Il Conte di Montecristo (e altri libri vari di studio) finchè un giorno prevedibilmente mi si è rotta la borsa. Al che ho deciso di comprarmi borse più resistenti per il futuro. :D
    Comunque questo libro mi ispira abbastanza e poi ci sono i papaveri in copertina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha io confesso che il problema peso l'ho risolto con l'ebook Reader!! Da allora i "mattonazzi" li posso portare appresso senza problemi!! ;-)

      Elimina
  3. Prima o poi riuscirò a leggere questo libro, visto che ne parli sempre così bene :) E' una vita che non vado più a leggere in un parco, ma una volta ci andavo spesso e anche se sceglievo le mie letture in base all'umore del momento, mi è capitato spesso di portarmi dietro un libro della Nothomb. Non sono spessi, quindi sono facilmente trasportabili, ed è un'autrice che adoro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Della Nothomb ho letto solo un libro ma mi è piaciuto tantissimo il suo stile, dovrei proprio recuperare altri suoi titoli!! *.*

      Elimina

Posta un commento

Grazie per aver letto fino a qui! Se mi lasci un commento sarò felicissima di leggerlo ^_^

Post popolari in questo blog

5 cose che...5 canzoni del cuore

Fiore di fulmine - Vanessa Roggeri