lunedì 13 luglio 2015

Recommendation Monday :: Consiglia un libro di cui ami particolarmente il titolo


*Banner*


Buon lunedì amici!!! Come state? Qui fa un caldo infernale,ma domani spero di riuscire ad andare finalmente al mare!!! ^_^

Eccoci con la nuova puntata di Recommendation Monday:

   *  Consiglia un libro di cui ami particolarmente il titolo    *    


Ecco la mia scelta, un libro bellissimo e particolare, con un titolo poetico e denso di significato. Parla della Sardegna, dei suoi primi abitanti e della sua storia millenaria...Ci sono affezionatissima!! 

“Passavamo sulla terra leggeri come acqua, disse Antonio Setzu, come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli o scende scivolando sulle pietre, per i monti e i colli fino al piano, dai torrenti al fiume, a farsi lenta verso le paludi e il mare, chiamata in vapore dal sole a diventare nube dominata dai venti e pioggia benedetta."



Come un antico aedo, Atzeni regala al lettore una miriade di microstorie che immagina tramandate oralmente dai Custodi del tempo: la storia si mescola al racconto epico, al mito, alla leggenda, per narrare di un popolo antico, i S'ard, "danzatori delle stelle" provenienti dall'Oriente, e approdati in un'isola bellissima, senza nome. Come per magia emerge da una preistoria remotissima il mistero delle origini; si anima la lunga resistenza agli invasori, cui seguono fasi storiche più vicine nel tempo, fino al tramonto della civiltà dei giudici, che segna la fine della libertà. Entro questa trama si svolge "la storia delle donne e degli uomini che hanno vissuto prima di noi nell'isola dei danzatori". Il titolo evoca, in forma di idillio, l'utopia di un Eden perduto: "Passavamo sulla terra leggeri come acqua ... come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli". Una singolare e irrinunciabile esperienza di lettura.




E per oggi è tutto, mi raccomando, scrivetemi i vostri titoli preferiti in un commento, la mia wishlist è sempre felice di accogliere nuovi libri!!!

10 commenti:

  1. Ciao Alex, sembra davvero molto interessante. Poi, dimmi "leggende", "miti" e mi conquisti. E hai ragione: il titolo è davvero evocativo. Grazie per la segnalazione! Lo metto nelle cose da leggere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fede!!! sono contenta che ti ispiri, e spero che una volta letto ti piacerà!! Fammi sapere, mi raccomando!
      :-*

      Elimina
  2. Mi piace questo titolo, è evocativo... un pò meno la storia, sorry >_<
    Di titoli che amo c'è ne sono molti, e spesso capita che sono romanzi che, o come in questo caso, non mi ispirano dalla trama o che ho letto ma si sono rivelati delle delusioni. "Che tu sia per me il coltello", che non ho ancora letto, mentre tra quelli letti e amati c'è "Niente di vero tranne gli occhi" di Faletti ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, i titoli che hai nominato sono molto belli anche per me!! Ho letto quello di Grossman, mentre quello di Faletti ce l'ho in attesa di essere letto nel mio eReader!! ^_^

      Elimina
  3. Il titolo è meraviglioso... *.* E poi, io adoro la Sardegna!!!
    Un titolo che amo particolarmente è "Un cuore rosso rubino in un freddo mare blu" di Morgan Callan Rogers.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa tanto piacere che ti piaccia tanto la Sardegna! Ci vieni spesso??
      Questo titolo non lo avevo mai sentito, corro su Goodreads a vedere di cosa parla!
      Un bacione!

      Elimina
  4. Effettivamente ha un titolo bellissimo! *_*
    Ci sono alcuni libri che ho letto solo per il titolo che avevano, e penso che quello che più mi è piaciuto tra questi è stato L'insostenibile leggerezza dell'essere di Kundera :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, anche a me è un titolo che ha sempre attirato, ma purtroppo non l'ho ancora letto!!! Ma lo farò, prima o poi!!!! *v*

      Elimina
  5. Ti consiglierei Ad un cerbiatto somiglia il mio amore oppure Le ho mai raccontato del vento del nord... ma son libri che, a differenza dei loro titoli poetici, non mi hanno entusiasmato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, i libri di Grossman hanno dei titoli sempre moto poetici...poi magari il contenuto non ne è all'altezza, ma vabbé!!!
      Grazie del consiglio Fede!! Sei rientrata dalla Sardegna? Com'è andata?

      Elimina

Grazie per aver letto fino a qui! Se mi lasci un commento sarò felicissima di leggerlo ^_^

Post simili:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...